Stati Generali del Patrimonio Industriale

VENEZIA/PADOVA 25 – 27 OTTOBRE 2018

 

L’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale – AIPAI, nell’ambito dell’anno europeo del Patrimonio Culturale 2018, organizza i primi Stati Generali del Patrimonio Industriale: tre giornate dedicate alla discussione e al confronto sui temi dell’eredità industriale quale parte integrante e fondamentale di una comune e condivisa cultura del patrimonio, nazionale e internazionale. I ricercatori del DICEA hanno contribuito alla organizzazione e parteciperanno alle giornate, che si svolgeranno a Venezia e Padova dal 25 al 27 ottobre 2018, prevedono un confronto aperto e interdisciplinare sui temi della conoscenza, del progetto, del recupero e della valorizzazione del patrimonio ereditato, accogliendo contributi e suggerimenti provenienti da tutti i settori e gli attori operanti nel campo dell’industrial heritage: università, istituzioni, associazioni, fondazioni, imprese, enti locali, singoli studiosi e appassionati. 

Tra i patrocinanti dell’evento l’Ar.Tec. Associazione scientifica per i temi dell’architettura e della tecnica.

Il recupero dell’industrial heritage è diventato una delle leve strategiche per il rilancio di città e territori e per nuovi programmi di rigenerazione urbana, dimostrando come pratiche orientate all’innovazione abbiano permesso di dare valorizzare i beni della civiltà industriale e di restituirli al pubblico come patrimonio culturale collettivo. Molti recenti progetti e realizzazioni permettono di percepire le nuove sfide che devono fronteggiare coloro che si occupano di patrimonio industriale. Oggi, infatti, non è più sufficiente la difesa della memoria storica e dei sistemi di valori esistenti. Per perpetuarsi, la memoria deve vivificarsi in progetti creatori di nuovi valori, integrandosi nelle dinamiche evolutive dei territori e proiettandosi verso il futuro.

Non solo la straordinaria varietà e complessità del patrimonio industriale, la sua enorme estensione a tutte le latitudini, ma anche e soprattutto i rapidissimi cambiamenti culturali, economici e sociali in atto nelle diverse aree del mondo impongono oramai l’elaborazione di strategie e politiche di conservazione, riuso e valorizzazione sempre più innovative e diversificate. L’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale – AIPAI, superato il tornante della sua ventennale attività per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio industriale, registra con soddisfazione l’apertura di una nuova fase negli approcci e negli interventi in questo specifico settore e, nell’anno del patrimonio culturale europeo, promuove insieme ai suoi partner un’iniziativa di riflessione e confronto organizzando i primi Stati generali del Patrimonio Industriale.

Oltre 300 convegnisti di tutto il mondo hanno raccolto la chiamata e sono attesi a Venezia e a Padova per confrontarsi ad ampio spettro sui temi del patrimonio industriale.

Il comitato scientifico è composto da cultori dei diversi ambiti tematici del patrimonio industriale: Francesco ANTONIOL, Giorgetta BONFIGLIO DOSIO, Massimo BOTTINI, Andrea CARACAUSI, Ana CARDOSO DE MATOS, Enrico CHIRIGU, Renato COVINO, Edoardo CURRÀ, Sara DE MAESTRI, Rosella DEL PRETE, Angelo DESOLE, Jacopo IBELLO, Carolina LUSSANA, Francesco MANCUSO, Rossella MASPOLI, Claudio MENICHELLI, Luca MOCARELLI, Antonio MONTE, Cristina NATOLI, Valérie NÈGRE, Massimo PREITE, Manuel RAMELLO, Meri VALENTI, Augusto VITALE.

Immagine in home page: 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma